Comune di Ischitella (Fg) - Sito Istituzionale

  • Martedi, 25 aprile 2017

Sei in: Homepage / Notizie / LOTTA OBBLIGATORIA ALLA PROCESSIONARIA DEL PINO

Notizie

Dettaglio notizia

 

LOTTA OBBLIGATORIA ALLA PROCESSIONARIA DEL PINO

LOTTA OBBLIGATORIA ALLA PROCESSIONARIA DEL PINO Categoria: Natura ed Ambiente
Data: 06/03/2017 ore 12:50:25

LOTTA OBBLIGATORIA ALLA PROCESSIONARIA DEL PINO

Decreto del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e forestali del 30 ottobre 2007

IL RESPONSABILE DEL SETTORE III

Premesso che:

Ø  sul territorio comunale è stata rilevata una diffusa presenza di infestazione di Processionaria del Pino;

Ø  ai sensi dell’art. 1, comma 1 del decreto del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e forestali del 30 ottobre 2007 “Disposizioni per la lotta obbligatoria contro la processionaria del pino Traumatocampa (Thaumetopoea) pityocampa” (GU n. 40 del 16/2/2008) è obbligatoria la lotta alla Processionaria del Pino da parte dei detentori di piante di Pino Nero (Pinus nigra), Pino Silvestre (Pinus silvestris), Pino Marittimo (Pinus pinaster), Pino d'Aleppo (Pinus halepensis) e varie specie di cedro e delle conifere in genere, siano essi Enti pubblici o soggetti Privati;

Ø  la presenza delle forme larvali (bruchi) di tale lepidottero può essere causa di gravi reazioni allergiche e infiammatorie negli animali e nell’uomo (irritazioni cutanee ed oculari, eritemi alle mucose e alle prime vie respiratorie) sia tramite il contatto fisico sia tramite i peli urticanti (presenti sul corpo delle larve e nei nidi infestanti le piante) che possono essere trasportati dalle correnti d’aria;

Ø  la normativa suddetta indica nel Servizio Fitopatologico Regionale e nel Corpo Forestale dello Stato gli organi competenti ai controlli per individuare le zone a rischio;

Tenuto conto che nel programma di attività del servizio, il comune di Ischitella ha previsto i necessari interventi per la lotta alla processionaria, relativamente alle piante insistenti in aree pubbliche;

Ritenuto, comunque, necessario rafforzare e normare ulteriormente i disposti della normativa ministeriale con apposito provvedimento atto a contenere la proliferazione della processionaria del pino prioritariamente nei luoghi vicini a strutture particolari quali scuole, giardini pubblici, ecc., dove il rischio igienico sanitario può risultare prevalente rispetto a quello fitosanitario;

Visto il decreto del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e forestali del 30 ottobre 2007 “Disposizioni per la lotta obbligatoria contro la processionaria del pino Traumatocampa (Thaumetopoea) pityocampa;

Visto l’art. 107 del D.lgs. n. 267/2000;

 

Al fine di prevenire danni di carattere igienico sanitario alla popolazione e per salvaguardare il patrimonio arboreo del comune;

 

ORDINA

Ai proprietari ed ai detentori a qualsiasi titolo di terreni privati nei quali siano presenti le piante di cui in premessa:

 

· Di effettuare tutte le opportune verifiche ed ispezioni al fine di accertare la presenza di nidi della Processionaria del Pino;

 

· Di intervenire immediatamente, qualora si riscontrasse la presenza dei nidi di Processionaria, con la rimozione e la distruzione degli stessi, adottando tutte le protezioni individuali (tuta, guanti, mascherine ed occhiali protettivi) indispensabili per evitare il contatto con i peli urticanti delle larve, e segnalando con opportuna cartellonistica la presenza delle larve nella zona soggiacente le chiome infestate;

 

AVVERTE

·  Le spese per gli interventi di disinfestazione sono a totale carico dei proprietari o dei conduttori delle piante infestate;

·  E’ fatto assoluto divieto di abbandonare i rami con i nidi di processionaria rimossi o di depositare gli stessi presso le aree di raccolta dei rifiuti, ovvero presso qualsiasi contenitore, di proprietà dell’Amministrazione, dislocato in tutto il territorio Comunale;

·  La responsabilità delle inadempienze alla presente ordinanza è attribuita a coloro che risultano avere titolo per disporre legittimamente del sito in cui le inadempienze saranno riscontrate;

·  Fatta salva l’applicazione dell’art. 500 e art. 650 del codice penale ai trasgressori della presente ordinanza si applicano le sanzioni amministrative da euro 250,00 a euro 1.500,00 ai sensi dell’art. 54 del Dlgs. 19 agosto 2005 n° 214, o il pagamento in misura ridotta, così come disposto dal comma I dell’art. 16 della Legge n. 689/1981.

DEMANDA

Al Comando di Polizia Municipale il controllo per l’ottemperanza della presente ordinanza e per comminare le previste sanzioni ai trasgressori;

 

DISPONE

Che il presente provvedimento venga reso noto alla cittadinanza tramite pubblici avvisi, nonché comunicazioni alle associazioni di categoria direttamente interessate e affissione all’Albo Pretorio e pubblicazione sul sito internet del Comune (http://www.comune.ischitella.fg.it) per tutto il tempo di validità del provvedimento.

 

INFORMA

Che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR entro 60 giorni ed al Presidente della Repubblica entro il termine di 120 giorni dalla data di pubblicazione dello stesso.

 

Dal Comune di Ischitella, lì 06/03/2017

IL Responsabile del Settore III

Ing. Giampiero di Lella



Documenti disponibili per il download e la consultazione: